Andy Rubin, il creatore del nostro amato “robottino verde”, lascia definitivamente Google, 19 mesi dopo che aveva in precedenza abbandonato il team che si occupava di  Android. Sia Andy Rubin che Google hanno confermato la notizia.

Andy-Rubin

Stando ad alcune indiscrezioni pubblicate da Wall Street Journal, Andy Rubin, il creatore di Android, sta per lasciare Google per dedicarsi ad un nuovo progetto: un incubatore di start-up interessanti nella costruzione di prodotti di tecnologia hardware, ma al momento non sono stati rivelati ulteriori dettagli in merito.

È ufficiale: Andy Rubin lascia Google

La notizia arriva dopo qualche anno quando abbandonò il progetto Android, lasciando il suo posto a Sundar Pichai, andando così ad occuparsi dei progetti sperimentali di Google X, un progetto riguardante la robotica.

Ovviamente, questo non significa che Google abbandonerà Android, dopo tutto stiamo parlando del sistema operativo più diffuso nel settore mobile. Infatti, il “papà” del “robottino verde”, verrà sostituito da James Kuffner, il quale attualmente è un ricercatore e professore al Carnegie Mellon University.

Andy Rubin è il secondo personaggio illustre a lasciare Google. Se vi ricordate bene, anche Hugo Barra lasciò il colosso di Mountain View per passare alla rivale Xiaomi.

Per il momento è tutto. Non appena avremo maggiori informazioni non mancheremo di comunicarvelo. Infine, ecco le parole di Larry Page, CEO di Google, a Andy Rubin:

Voglio augurare ad Andy il meglio per il suo futuro. Con Android ha creato qualcosa di davvero incisivo, con oltre un miliardo di utenti felici. Grazie.

Via e Via