A qualche giorno dal sorprendente rilascio di Android 9 (chiamato Android Pie), questa nuova versione del sistema operativo è ancora tutta da esplorare.

Il nuovo OS realizzato dagli sviluppatori di Google, arriverà nei prossimi mesi su tutti gli smartphone che supportano regolarmente Android, sino a conquistare totalmente la fetta di mercato già saldamente nelle mani del robottino verde.

Attualmente però, sono solo gli smartphone della serie Google Pixel a poter avere il privilegio di poter scaricare e utilizzare la nuova versione Android.

android pie

Android Pie: un sistema operativo tutto da scoprire

In attesa di autunno, mese nel quale probabilmente la copertura di Android Pie diventerà totale. Puoi già dare una sbirciatina ai 9 principali motivi per cui questa nuova versione non solo troverà il suo habitat naturale nel tuo smartphone, ma riuscirà anche a conquistare il tuo cuore.

Angoli arrotondati e più colore

Con Android Pie, Google ha voluto concentrarsi sul lato grafico facendo ampio uso di angoli arrotondati ovunque abbia potuto.

Scorrendo verso il basso per visualizzare la barra delle notifiche e le impostazioni rapide è possibile già farsi una buona idea di quale via estetica sia stata intrapresa dalla nuova versione di Android si sta dirigendo.

Le notifiche

Per quanto riguarda le notifiche, Android pare aver fatto dei notevoli passi in avanti, soprattutto nei confronti di iOS. Con Android Pie, si spinge decisamente oltre i suoi predecessori concedendo più funzionalità per la gestione delle sfumature delle notifiche.

Le app di messaggistica, in particolare, mostrano più informazioni in ogni notifica.

Dark mode ufficiale

Google ha aggiunto un’opzione dark mode ufficiale nell’app Impostazioni.

Invece di affidarsi allo sfondo per attivare la modalità scura, come era stato fino a questo momento, gli utenti possono ora decidere se utilizzare sempre la dark mode, la modalità standard o lasciare che il telefono decida da sé.

Android Pie e Notch

Mentre le cornici diventano più piccole, alcuni telefoni Android stanno adottando un notch nella parte superiore dello schermo per ospitare sensori (come su iPhone X).

Android Pie pare voler seguire questa tendenza, stando a quanto scoperto se si attiva la Modalità sviluppatore, si può scorrere in basso fino alla sezione Drawing. In essa puoi toccare Simulate a display with a cutout per scegliere la dimensione del notch.

Screenshot

Fare uno screenshot è semplice: basta premere (e tenere premuto) il pulsante di accensione, quindi selezionare Screenshot. Il vecchio metodo di mantenere la potenza e il volume giù allo stesso tempo funziona ancora, naturalmente.

Non solo: è presente anche una nuova funzione di modifica sull’immagine appena catturata. Non appena il tuo screenshot viene salvato, la notifica di anteprima mostrerà il pulsante Modifica. Selezionandolo si aprirà uno strumento per editare l’immagine, disegnando, ritagliando o facendo qualunque altra operazione di modifica sullo screenshot prima di salvarlo o condividerlo.

Lotta contro la dipendenza da smartphone

Il piano di Google per frenare la dipendenza da telefono è ormai ben nota a tutti.

Il programma ideato in tal senso non è ancora pronto per l’implementazione generale, ma i possessori di Pixel interessati possono iscriversi per partecipare alla beta di tale progetto dedicato interamente al benessere digitale. Per poter partecipare è necessario disporre di un dispositivo Pixel con Android 9.0 Pie.

Lockdown mode: per una sicurezza maggiore

Google sta facendo molto per migliorare la sicurezza generale delle tue informazioni in Android Pie, ma la maggior parte di queste operazioni viene svolta in background.

C’è una nuova funzionalità, però, che blocca il tuo dispositivo con la semplice pressione di un pulsante. Se abilitato, consente di disabilitare il sensore di impronte digitali o lo sblocco vocale (ripristinando i metodi di sblocco di backup più classici come il codice PIN).

Per provare la Lockdown mode:

  • vai su Impostazioni
  • seleziona Sicurezza e posizione
  • scegli Blocca le preferenze dello schermo e attiva l’opzione Mostra blocco

Dopo averlo attivato, ora puoi semplicemente premere il pulsante di accensione, quindi toccare Lockdown.

Navigazione gestuale

Con Android Pie, ora hai la possibilità di abbandonare la tradizionale navigazione a tre pulsanti di Android e lanciarti nella navigazione gestuale.

Un singolo pulsante home è la base di partenza del tuo pollice che, toccandolo, ti riporterà alla schermata principale. Scorri verso destra per tornare indietro, scorri verso sinistra per passare da un’app recente a un’altra, oppure scorri verso l’alto per visualizzare le altre app disponibili: si tratta di un modo semplice, pratico e innovativo per utilizzare il tuo smartphone al meglio.

La rotazione dello schermo solo quando vuoi

Invece di bloccare la modalità verticale o verticale sul telefono, Android Pie visualizzerà un pulsante per forzare la rotazione dello schermo se rileva che il telefono ha cambiato posizione.

Quando si sposta lo schermo in orizzontale, puoi toccare l’icona che appare in basso per cambiare l’orientamento.

Un sistema operativo che riserverà altre sorprese

Anche se già disponibile su molti smartphone, Android Pie è ancora una creatura in fase di crescita: ciò che abbiamo illustrato in questo articolo infatti, è probabilmente solo un piccolo assaggio delle novità che scopriremo nel corso dei prossimi mesi.