Android 10 è ormai realtà, anche se non tutti gli utenti hanno apprezzato la scelta di Google di interrompere definitivamente i nomi di “dessert” per indicare le nuove versioni del robottino verde.

android rom xiaomi

Ormai la strada intrapresa da BigG è ben delineata, e pertanto non resta che adattarsi e concentrarsi soprattutto sulle tante novità messe a disposizione dalla decima versione del sistema operativo. Android 10 è già presente sui telefoni Pixel (tra cui la serie Pixel, serie Pixel 2, serie Pixel 3 e serie Pixel 3a), Essential Phone, Xiaomi Redmi K20 Pro e OnePlus 7 e OnePlus 7 Pro. L’ultima versione di Android può essere “testata” – sebbene non ufficialmente – su Asus ZenFone Max Pro M1, POCO F1, Xiaomi Mi 6, Xiaomi Mi 8 e Redmi Note 5.

Stando a quanto emerso da poche ore sul web, anche Xiaomi Mi A2, Xiaomi Mi Mix 2 e Mi Mix 2S si aggiungono all’elenco dei dispositivi con ROM personalizzate Android 10.

Android 10 su Xiaomi Mi A2 è disponibile sotto forma di una versione alpha di LineageOS 17. Poiché questa è la prima versione alpha, non contiene ancora personalizzazioni speciali e può essere considerata una versione AOSP della ROM. Le build sono destinate al flashing solo su Mi A2 e non su Xiaomi Mi 6X, nonostante le somiglianze nell’hardware. Anche l’app della fotocamera all’interno della ROM non funziona, ma è possibile rimediare installando un’app della fotocamera diversa dal Google Play Store.

Allo stesso modo, una prima versione non ufficiale di LineageOS 17 basata su Android 10 è disponibile per Xiaomi Mi Mix 2. Anche questa è una build AOSP pura, e sono già stati segnalati alcuni bug. Ad esempio, l’app di messaggistica non dispone di notifiche e l’app Orologio non dispone di allarmi adeguati, ma anche in questo caso si può rimediare installando alternative dal Play Store. Il consiglio è sempre quello di eseguire il backup di tutti i dati importanti prima di “addentrarsi” nel mondo del software non ufficiale.