Migliori notebook cinesi
Migliori notebook cinesi

Una categoria molto particolare di prodotti tecnologici è quella dei notebook cinesi, sia per la provenienza (sulla quale c’è sempre ancora un po’ di certa diffidenza) sia per la tipologia di dispositivi. I notebook, e nello specifico gli ultrabook di cui parleremo in questa guida all’acquisto, sono i pc moderni di ultima generazione grazie ai quali nessuno, sia privato che professionista, può più fare a meno.

Cosa sono gli ultrabook

Gli ultrabook cinesi
Gli ultrabook cinesi

Propriamente per ultrabook (che è un marchio registrato di proprietà di Intel) si intendono tutti quei notebook leggeri e sottili che allo stesso tempo uniscano caratteristiche tecniche e prestazioni di alto livello. Oggi avere a disposizione di un dispositivo di questo tipo è indispensabile sia per chi lavora quotidianamente con il pc (e ormai sono tantissime le figure professionali che lo fanno), ma sia anche chi utilizza il portatile esclusivamente per questioni private. Poterlo portare con sé quando si va in giro, utilizzarlo in movimento o spostarlo da una stanza all’altra della casa è sicuramente un valore aggiunto a cui nessuno oggi rinuncerebbe.

Esistono dei veri e propri requisiti tecnici per un notebook per essere considerato un ultrabook. Tra queste ricordiamo che questi dispositivi devono avere una batteria a ‘lunga durata’, processori a basso consumo, telaio unibody in fibra di carbonio o in alluminio-magnesio (per ridurre il peso e aumentare la robustezza), ma anche la memoria interna di tipo SSD. Essendo dispositivi compatti, una sorta di tablet molto potenti, gli ultrabook non prevedono l’utilizzo di unità ottiche (lettori dvd) né quello di porte Ethernet RJ-45. Nel corso degli anni le specifiche tecniche sono mutate, mantenendo sempre elevato lo standard per offrire agli utenti dispositivi di grande affidabilità, sia nella costruzione che nell’hardware.

Ci possiamo fidare?

Acquistare prodotti cinesi
Acquistare prodotti cinesi

Dobbiamo ora parlare dei cosiddetti notebook cinesi, gli ultrabook di importazione. Lo abbiamo detto all’inizio e lo ripetiamo: molto spesso l’appellativo di ‘cinese’ associato ad un dispositivo tecnologico sta a indicarne la scarsa qualità. Eppure è un pregiudizio e uno di quei luoghi comuni talmente infondati che è complicato scardinarli. Il discorso è solo apparentemente complesso e nella sua semplicità è anche piuttosto disarmante.

In realtà non è che i prodotti cinesi siano più scadenti di quelli “non cinesi” (basti pensare che molti dei produttori di smartphone di successo sono aziende della Cina), ma che esistono molti più produttori, alcuni dei quali estremamente low-cost e, inevitabilmente, con caratteristiche tecniche inferiori. È una questione di numeri e statistiche, ma non di equazioni per cui Cina equivalga a scarsa qualità. A scanso di equivoci ricordiamo che marchi come Honor, Huawei, OnePlus e Xiaomi sono cinesi. Già questo dato dovrebbe risultare chiarificatore.

Gli ultrabook di importazione cinese
Gli ultrabook di importazione cinese

Non è tutto oro quello che luccica, certamente, e qualche precisazione va fatta. Così come per altre categorie di prodotto (anche non device tecnologici) bisogna analizzare bene le specifiche tecniche e avere una certa padronanza di ciò che vi è riportato per capire sia la reale qualità dei singoli componenti, sia se questi siano all’altezza delle proprie esigenze. I costi ridotti di tanti prodotti, anche di ottima qualità, dipendono da diverse ragioni. Ci può essere la scelta di un’azienda emergente di far conoscere in questo modo il proprio marchio, a volte c’è un costo minore per le aziende che si riflette anche su un prezzo finale più basso. Gli unici due aspetti cui prestare attenzione sono quelli dei costi di spedizione e della garanzia. In alcuni casi potrebbero esserci dazi doganali che potrebbero far sballare il conto e inficiare l’acquisto economicamente vantaggioso. Il problema della garanzia non è di poco conto: se ci fossero problemi è da considerare che il notebook cinese andrebbe rimandato in Cina, con i costi (e i tempi) di spedizione a carico dell’utente.

Anche per questo motivo abbiamo elaborato questa guida all’acquisto dei migliori ultrabook, i notebook cinesi compatti da acquistare e portare sempre con sé.

Notebook cinesi: i migliori ultrabook

Huawei Matebook D

Migliori notebook cinesi: Huawei Matebook D
Migliori notebook cinesi: Huawei Matebook D

Forse il migliore dei notebook cinesi in circolazione: cominciamo quindi parlando dell’Huawei Matebook D. un ulrabook molto grande (15.6” di display con una risoluzione FullHD da 1920x1080px) ma altrettanto compatto. È dotato di un processore Intel Core i5-7200U, RAM da 8GB e 256GB di memoria interna SSD. 7 ore e mezza di autonomia, 3 porte USB (due 2.0 e una 3.0), HDMI e WiFi per un dispositivo bello, potente e con un prezzo decisamente allettante.

Lenovo IdeaPad 320

Migliori notebook cinesi: Lenovo IdeaPad 320
Migliori notebook cinesi: Lenovo IdeaPad 320

Per chi cerca un ultrabook più grande, con un display da 15.6”, il Lenovo IdeaPad 320 è quello che fa per lui. Parliamo di un modello realizzato da un’azienda ormai nota e più che affidabile che anche in questo caso conferma le ottime prestazioni dei propri device. Il Lenovo IdeaPad 320 è un notebook molto potente con un processore quad-core Intel Core i5 di ottava generazione, supportato da 8GB di RAM e 256GB di memoria interna. La scheda grafica AMD Radeon 530 completa la componentistica hardware di livello. A differenza di altri modelli l’IdeaPad 320 ha una batteria che raggiunge le 6 ore di autonomia e una scocca sottile nella quale trova posto anche un lettore DVD.

Jumper Ezbook 3L Pro

Migliori notebook cinesi: Jumper Ezbook 3L Pro
Migliori notebook cinesi: Jumper Ezbook 3L Pro

Il Jumper Ezbook 3L Pro, nonostante il marchio poco noto, è un ultrabook molto potente, soprattutto se considerato in rapporto al prezzo. Parliamo di un notebook cinese da 14” (risoluzione 1920x1080px) ultrasottile, con processore Intel Celeron N3450 di nona generazione, 6GB di RAM e 64GB di memoria interna (ovviamente SSD che è possibile aumentare integrando un’altra unità di massimo 128GB). Per quel che riguarda la connettività troviamo due ingressi USB 3.0, uno USB-C, un lettore SD, il jack per le cuffie, il Bluetooth 4.0, il WiFi dual banc e una batteria da 4800mAh che assicura un’autonomia di circa 5 ore massime.

Lenovo Legion Y520

Migliori notebook cinesi: Lenovo Legion Y520
Migliori notebook cinesi: Lenovo Legion Y520

L’unico ultrabook cinese presente in questa guida all’acquisto realmente dedicato al gaming; ecco il Lenovo Legion Y520. È un ultrabook da 15.6” (risoluzione FullHD da 1920x1080px) dal design più sportivo e dalle prestazioni di livello notevole. Troviamo un processore quad-core Intel Core i7, 16GB di RAM, 1TB + 128GB di memoria interna SS e una scheda grafica dedicata Nvidia GTX1060 da 6GB. La connettività è composta dal WiFi 802.11 ac, due ingressi USB 3.0, un ingresso USB 2.0 e un ingresso HDMI.

Xiaomi Mi Notebook Air 13

Migliori notebook cinesi: Xiaomi Mi Notebook Air 13
Migliori notebook cinesi: Xiaomi Mi Notebook Air 13

Concludiamo questa nostra rassegna e guida all’acquisto dei migliori notebook cinesi con lo Xiaomi Mi Notebook Air 13. È uno degli ultrabook più sottili e leggeri in circolazione, con uno schermo da 13.3” (risoluzione FullHD), 8GB di RAM e 256GB di memoria interna. Troviamo anche una scheda video Nvidia GeForce MX 150 e un processore Intel Core i5 da 2.5GHz. Per la connettività troviamo ovviamente il WiFi, ma anche una porta USB-C e una HDMI. È dotato inoltre di tastiera retroilluminati e il lettore per il riconoscimento delle impronte digitali (sul touchpad). La batteria assicura un’autonomia di 5 ore e la configurazione hardware di questo ultrabook lo rende adatto anche ai programmi di grafica più pesanti.