Consigli per gli acquisti

I 5 migliori dispositivi per monitorare il sonno e migliorarne la qualità

monitorare il sonno

Dormire è un piacere ma non solo. Un corretto riposo notturno può aiutare ad affrontare meglio la giornata, sia per quanto concerne il lavoro, sia in ottica tempo libero.

Per capire come ci stiamo riposando e quali abitudini dobbiamo assumere per migliorare il riposo, esistono sul mercato una serie di dispositivi per monitorare il sonno. La possibilità di comprendere le tante sfaccettature del sonno non è dunque solo interessante, ma anche e soprattutto molto utile. Alcuni di questi accessori offrono dati e statistiche piuttosto raffinati, che vengono spesso tradotti in consigli pratici e consigli utili per dormire meglio ed essere più riposati al mattino quando ci si sveglia.

Andiamo dunque ad approfondire questa tipologia di dispositivi, cercando di capire come funzionano e quali sono i più adatti alle nostre esigenze.

Migliorare il sonno: Sleepace Reston

I migliori dispositivi per monitorare il sonno

Al giorno d’oggi, la maggior parte dei migliori modelli di smartwatch e sportwatch offrono funzioni che li rendono simili agli sleep tracker. Nonostante ciò, le loro funzioni appaiono piuttosto limitate rispetto a prodotti realizzati appositamente per analizzare il sonno sotto tutti i punti di vista.

Questi prodotti infatti, vengono appositamente sviluppati con questo esclusivo compito. Per funzionare, la maggior parte di essi, è dotato di un minuscolo sensore di movimento. Esso va ad analizzare anche i minimi movimenti del corpo durante la fase del sonno, andando dunque a captare l’eventuale stato di veglia o meno dell’utente.

Buona parte dei dispositivi per monitorare il sonno sono dotati anche di altri rilevatori che, per esempio analizzano ritmo del battito cardiaco e frequenza di respiro. Solitamente, questi si dimostrano più precisi ed accurati visto che possono lavorare su una mole di dati piuttosto ampia.

Dopo questa breve introduzione, possiamo passare ai singoli modelli attualmente disponibili sul mercato e che, secondo la nostra opinione, spiccano all’interno di questo settore.

Viatom Sleep Oxygen Monitor

Viatom Sleep

Quando si parla di Viatom Sleep Oxygen Monitor, si fa riferimento a un oggetto che va collegato a polso e pollice. Lo stesso poi, si collega all’app WellOxy Mobile (disponibile su App Store o Google Play) per trasmettere allo smartphone dell’utente tutti i dati raccolti durante la notte.

Si tratta di un prodotto capace di tenere conto della SpO2 e della frequenza cardiaca, offrendo anche un allarme con vibrazione che si attiva quando l’ossigeno nel sangue è troppo poco. Oltre a ciò, Viatom Sleep Oxygen Monitor controlla anche la respirazione, andando a segnalare eventuali problemi di russamento o di apnea del sonno.

Il prodotto in questione funziona con l’alimentazione di batterie ricaricabili tramite cavo USB e, con una singola ricarica, è in grado di funzionare per due notti.

Withings Sleep Analyze

Withings Sleep Analyze

Tra i tanti dispositivi per monitorare il sonno, merita sicuramente una citazione anche l’ottimo Withings Sleep Analyze.

Si tratta di uno strumento capace di rilevare eventuali apnee notturne e determina la gravità delle stesse. Lo stesso prodotto, garantisce l’individuazione del russamento, così come permette di monitorare in maniera accurata la frequenza cardiaca. I dati raccolti da Withings Sleep Analyze sono gestiti attraverso Wi-Fi dall’app mobile Health Mate che permette poi un’analisi di quanto raccolto al mattino seguente.

Un vantaggio legato a questo prodotto è che, rispetto a tanti altri, esso non va indossato ma va semplicemente posizionato sotto il materasso. La potenziale integrazione con un sistema domotico pre-esistente (con tanto di controllo delle luci, del termostato e non solo) è un altro enorme pregio legato a questo dispositivo così interessante.

Beurer SE 80 SleepExpert

Beurer SE 80

Beurer SleepExpert è uno strumento che permette di  misurare la qualità del proprio sonno ed identificare le principali cause di un riposo poco efficace.

Questo dispositivo va a monitorare dati come movimenti, frequenza respiratoria e cardiaca, effettuando un’analisi precisa delle diverse fasi del sonno (sonno leggero, sonno pesante, fase REM e fase di risveglio) e calcolandone la durata. Il design di Beurer SleepExpert lo rende spesso solamente 10 millimetri e posizionabile direttamente sotto il materasso.

Da qui, lo stesso, utilizzando la tecnologia Bluetooth trasmette tutti i dati del caso a uno smartphone grazie all’app gratuita Beurer SleepExpert (disponibile per Android e iOS). Il prodotto proposto da Beurer offre delle rappresentazioni grafiche con lo storico delle rilevazioni con tanto di funzione Fresh Wake per avere dei risvegli ottimali.

Medisana SC 800 Sleepace

Sleepace Medisana

Anche Medisana SC 800 Sleepace rientra nella lista dei migliori dispositivi per monitorare il sonno.

Si tratta di un prodotto in grado di controllare profondità e durata del sonno, tenendo sempre sotto controllo dati come frequenza cardiaca e respiratoria, nonché movimenti notturni. Attraverso i dati raccolti poi, il dispositivo è in grado di offrire un’analisi precisa e completa riguardo le abitudini del sonno (e come migliorare le stesse).

Il design rende Medisana SC 800 Sleepace particolarmente facile da collocare, essendo lo stesso fissato molto comodamente con una fascia piezoelettrica ultrapiatta, larga solo 1,5 centimetri tra il materasso e la biancheria da letto. I dati raccolti vengono poi gestiti dall’app Sleepspace attraverso Bluetooth.

Amazfit ZenBuds

Amazfit ZenBuds

Quando si parla di Amazfit ZenBuds, ci si riferisce a un prodotto estremamente particolare.

Si tratta infatti di auricolari particolarmente morbidi, facili da indossare e per niente fastidiosi anche quando si dorme. Oltre all’isolamento acustico offerto e alla possibilità di riprodurre musica attraverso gli stessi, è possibile anche fruire di alcune interessanti funzioni in ottica analisi del sonno.

Le cuffie per il sonno Amazfit ZenBuds infatti offrono la possibilità di monitorare frequenza cardiaca, posizioni assunte e qualità del sonno. Con i dati raccolti poi, sarà possibile elaborare delle strategie specifiche per migliorare il sonno. Si tratta, ovviamente, di un prodotto che va oltre i semplici dispositivi per monitorare il sonno ma, vista la sua duttilità, anche in questo ambito si rivela come una delle migliori soluzioni sul mercato.

Potrebbero interessarti
ConfrontiConsigli per gli acquisti

PS5 vs Nintendo Switch: quale acquistare?

Consigli per gli acquisti

Le 3 migliori fotocamere per il riconoscimento facciale

Consigli per gli acquisti

Perché dovresti acquistare un Raspberry Pi

AndroidConsigli per gli acquistiNewsSmartphone

Top 10 degli smartphone più venduti | Giugno2021