Stai leggendo
Apple File System (APFS): cos’è, come funziona e cosa cambia

Apple File System (APFS): cos’è, come funziona e cosa cambia

di Vittorio Tiso3 luglio 2017

Apple File System (APFS) è il nuovo file system che verrà adottato da Apple e verrà introdotto su tutti i dispositivi Mac, iPhone ed iPad. Vediamo cos’è Apple File System, come funziona e quali novità introduce la rivoluzione dell’archiviazione

Il WWDC 2017  è stata una valida occasione per Apple per presentare tutte le sue novità relativamente ai propri sistemi operativi. A farla da padroni durante la conferenza del produttore di Cupertino sono stati i nuovi sistemi operativi macOS High Sierra, iOS 11 e WatchOS 4. Ma c’è anche stato spazio per l’introduzione ufficiale del nuovo Apple File System (APFS).  Il nuovo file system che Apple inizierà ad utilizzare su tutti i suoi dispositivi, da Mac ad iPhone, a partire dalla prossima tornata di aggiornamenti.

L’aggiornamento del nuovo file system di Apple introdurrà novità per gli utenti e, soprattutto, per gli sviluppatori. Il nuovo sistema di gestione dello spazio di archiviazione verrà introdotto nel corso del 2017 e andrà progressivamente a sostituire il più recente HFS+ ed il vecchio, di ormai 30 anni, HFS. La formattazione exFat, invece, continuerà a mettere tutti d’accordo, ci riferiamo ai vari sistemi operativi, e rimarrà supportata da Mac.

Apple File System

Il nuovo Apple File System (APFS), di cui è già disponibile tutta la documentazione sul sito di Apple, introduce numerose novità ed è un sistema di gestione della memoria ottimizzato per gli SSD ma che risulta anche essere compatibili con i normali HDD. All’interno del sito di Apple si trova una guida molto dettaglia sullo sviluppo e le funzionalità. Fra queste ultime vanno sicuramente citate:

  • Supporto 64-bit Inode Numbers: un incremento rispetto ai 32-bit usati da HFS+, che permette di supportare fino a 9 quintilioni (9 x 1030) di file.
  • Granularità dei timestamp in nanosecondi: adesso i timestamp, le coordinate temporali relative ad un file come la data di creazione e modifica, hanno risoluzione fino ad 1 nanosecondo, rispetto al secondo dell’HFS+.
  • Allocazioni dei blocchi dinamica: durante l’inizializzazione di grandi volumi APFS adotterà un approccio scalabile, per offrire più velocità nella procedura, adattando la struttura via via che si occupa spazio, per migliorare le performance.
  • Supporto ai file sparsi: non supportati in HFS+, APFS introduce il supporto ai file sparsi che occupano in maniera più efficiente lo spazio sui dischi.
  • TRIM asincrono: APFS supporta ovviamente i comandi TRIM, eseguiti in questo file system in maniera asincrona, per permetterne un’esecuzione più razionale e quindi veloce.
  • Crittografia: APFS supporta la crittografia nativa con i seguenti modelli: nessuna crittografia, crittografia a chiave singola, crittografia a chiave multipla. Il tutto con algoritmi AES-XTS o AES-CBC.

Il nuovo file system di Mac ed iPhone introduce quindi interessanti funzionalità, come quella di poter ridimensionare le partizioni in maniera semplice ed immediata, che permetteranno migliori prestazioni e la possibilità di gestire nuove operazioni in maniera semplificata.

Altra funzione che sarà sicuramente apprezzata dagli sviluppatori e dagli utenti più esperti è quella della gestione dei cloni dei dischi e dei file. Sarà possibile creare istantaneamente copie di file e cartelle che non occupano spazio su hard disk fino alla loro prima modifica.

Interessanti anche gli snapshot che permetteranno di creare copie dei file in sola lettura con peso ridotto. Una funzione interessante e comoda per la gestione dei backup.

Per finire vi parliamo della funzionalità del Fast Directory Sizing, una feature che permette di calcolare più velocemente le dimensioni di una cartella su Mac.

 

Se siete utenti Apple e non vedete l’ora di provare il nuovo Apple File System (APFS) potete scaricare fin da subito la nuova versione di macOS High Sierra 10.12.

Informazioni su:
Apple File System (APFS): cos’è, come funziona e cosa cambia
Titolo
Apple File System (APFS): cos’è, come funziona e cosa cambia
Descrizione
Apple File System (APFS) è il nuovo file system che verrà adottato da Apple e verrà introdotto su tutti i dispositivi Mac, iPhone ed iPad. Vediamo cos’è Apple File System, come funziona e quali novità introduce la rivoluzione dell’archiviazione

Riguardo al nostro autore
Vittorio Tiso
Il fondatore di OutOfBit. Perito informatico, Dottore in Economia e Commercio, lavoro nel settore finanziario presso una famosa multinazionale. Dedico il mio tempo libero a tecnologia e sport.