Stai leggendo
Samsung Galaxy Note 8, doppia fotocamera e schermo ‘Infinity’

Samsung Galaxy Note 8, doppia fotocamera e schermo ‘Infinity’

di Valeria Douglas5 giugno 2017

Samsung Galaxy Note 8, erede del Note 7 ritirato dal mercato a fine 2016 a causa della sua batteria, è atteso per la seconda metà dell’anno.

Samsung Galaxy Note 8

Samsung Galaxy Note 8, quanta ricchezza. Le indiscrezioni bomba sul nuovo dispositivo sudcoreano, atteso per la seconda metà dell’anno, sono decisamente appetibili. Si parla infatti di una doppia fotocamera e dello schermo ‘Infinity’ già visto sul Galaxy S8, da 6,3 pollici.

Insomma, l’erede del Note 7 ritirato dal mercato a fine 2016 a causa di problemi alla batteria, è pronto a stupire tutti.

Stando al sito olandese GalaxyClub, il nuovo device top di gamma dell’azienda avrà il display Infinity, con bordi sottili, e un rapporto di 18,5:9 già visto sull’S8, diverso dal 16:9 presente su molti smartphone e pensato per fruire meglio di filmati e videogame. Capitolo risoluzione nel dettaglio: secondo alcuni potrebbe trattarsi di un pannello 4K – già visto sul nuovo Sony Xperia XZ Premium – ma altri ritengono che Samsung si possa accontentare di un display con risoluzione 1440 x 2960.

Sempre secondo i rumor, il Note 8 potrebbe arrivare sul mercato con Android Nougat 7.1.1 e non con Android O. La presentazione ufficiale potrebbe avvenire durante l’Ifa di Berlino a inizio settembre.

Intanto, sul mercato cinese, è arrivato il Galaxy S8 in una versione speciale, ovvero quella dedicata all’ultimo capitolo dei Pirati dei Caraibi. L’edizione limitata per il quinto film della saga, “La Vendetta di Salazar”, viene venduta in una confezione che ricorda addirittura un forziere. Il costo: circa 6.000 yuan cinesi, 780 euro.

Informazioni su:
Samsung Galaxy Note 8, doppia fotocamera e schermo 'Infinity'
Titolo
Samsung Galaxy Note 8, doppia fotocamera e schermo 'Infinity'
Descrizione
Samsung Galaxy Note 8, erede del Note 7 ritirato dal mercato a fine 2016a causa della sua batteria, è atteso per la seconda metà dell'anno.

Riguardo al nostro autore
Valeria Douglas