Stai leggendo
Come velocizzare il PC lento in pochi passaggi

Come velocizzare il PC lento in pochi passaggi

di Erika3 febbraio 2017

Stufi del PC perennemente lento? Noi di OutOfBit abbiamo qualche consiglio da darvi!

Avere il PC perennemente lento è una grande seccatura. Infatti, al di là della frustrazione, si vive sempre con il timore di essere sull’orlo di un crash di Windows. Se poi consideriamo l’aumento esponenziale dei tempi è evidente che passi la voglia di utilizzare una delle più belle creazioni del 20° secolo.

Noi di OutOfBit vogliamo darvi qualche consiglio per velocizzare il PC, dicendo addio ai tanto odiati rallentamenti sul vostro amato computer Windows.

Basta programmi avviati automaticamente

Le mosse da fare per velocizzare un computer che abbia installato Windows come sistema operativo sono in realtà molto semplici. In prima istanza dovrete disattivare i programmi che si avviano automaticamente.

Questi infatti rallentano il PC in fase di avvio e rimanendo in background appesantiscono il sistema se non risultano necessari.

computer

Tra i vari programmi che vengono in mente c’è ad esempio Skype. Generalmente parte in maniera automatica, rallentando il PC a causa di costanti accessi ai server per controllare utenti connessi e altre operazioni.

Tra quelli che invece sconsigliamo di disattivare rientrano gli antivirus. Senza l’avvio automatico vi esponete a rischi assolutamente non necessari.

Deframmentazione Hard Disk meccanico per velocizzare il tutto.

Ogni tanto occorre necessariamente deframmentare il disco di sistema per evitare lentezze esasperanti all’avvio del Pc. A parte i dischi SSD, tutti gli altri necessitano di tale operazione una volta al mese circa.

Per fortuna nelle versioni più recenti di Windows 7 la deframmentazione è configurata in background automaticamente.

Pulizia dei programmi installati

Per quanto riguarda i programmi presenti sul PC la regola d’oro è la seguente: se un programma non viene utilizzato da un mese e non avrete intenzione di usarlo eliminatelo.

Quando scaricate un programma gratuito assicuratevi che, nel processo di installazione, non vengano installati di default anche altri servizi promozionali. Sono infatti i principali veicoli di malware, dunque prima di premere Continua e Accetto in 2 nanosecondi spendete un po’ di tempo a leggere il tutto.

computer

Un aggiornamento hardware non fa mai male al vostro computer

Un altro passaggio importante per evitare il rallentamento del Pc è quello relativo alla sostituzione e all’aggiornamento dei componenti hardware.

L’elemento da cui partire, nel caso non ne foste dotati, è installare un SSD di fianco (o in alternativa) al vostro hard disk. Sul disco a stato solido bisognerà installare il sistema operativo per notare tutti i benefici di questa nuova tecnologia. Se lo spazio lo permette, una buona attività da fare sarebbe quella di spostare su questa nuova unità anche i programmi più pesanti ed utilizzati.

Una volta archiviato il discorso SSD, è il caso di pensare alla RAM del vostro computer. 8 GB sono ormai lo standard e con 50-60 euro dovreste riuscire a cavarvela senza grossi problemi.

Penultima è la GPU. La scheda grafica andrebbe cambiata se i rallentamenti si notano solo in gaming o durante l’interazione con ambienti video/modellazione 3D. Nella vita di tutti i giorni, però, cambiare GPU non vi porterà vantaggi rilevanti.

La CPU del computer invece andrebbe cambiata solo se vi trovate con un processore di almeno 5-6 anni fa: i balzi in avanti lato prestazioni sono davvero pochi e aggiornare un prodotto più recente non varrebbe assolutamente la pena.

Riguardo al nostro autore
Erika