Stai leggendo
Nuove fasce e taglio prezzo per Apple Watch

Nuove fasce e taglio prezzo per Apple Watch

di reddark24 marzo 2016

Una delle novità delll’ultimo keynote targato Apple è quella relativa alle nuove fasce e taglio prezzo per Apple Watch. Per il 2016, l’ “orologio intelligente” presenterà i nuovi cinturini in nylon intrecciato. Trattasi di una fibra decisamente speciale, costituita da più di 500 fili che si intrecciano, formando una texture colorata, particolarmente resistente e morbida al tatto.


Elenco delle sfumature dei nuovi cinturini in nylon intrecciato di Apple Watch già ordinabili

Apple Watch nuovo cinturino

Le colorazioni disponibili di questa versione, che va ad aggiungersi a quelle in pelle ed in gomma, sono:

  • Nero
  • Oro/Rosso
  • Oro/Blu Reale
  • Blu Reale
  • Scuba blue
  • Perla

Colorazioni pastello, accese e primaverili. Questa scelta è dovuta al fatto che gli utenti hanno l’abitudine di cambiare spesso cinturino. 1/3 degli utenti cambia di frequente il cinturino. Perciò, Apple, da sempre sensibile alle richieste del mercato, ha optato per l’aumento delle tonalità, proprio per permettere ai diretti interessati di cambiare look.

Capitolo taglie. Lo smartwatch della Apple con cinturino in nylon intrecciato resta disponibile sia nella versione da 38 mm, indicata per polsi da 125 mm/195 mm e da 42 mm, indicata per polsi da 145 mm/215 mm.

Il prezzo per il modello entry level, la versione sportiva di Apple Watch, ora è di 299 dollari. Il che vuol dire 100 dollari in meno. In Italia, si partirà da 369 euro della versione da 38 mm. Il prezzo della versione da 42 mm scende a 419 euro. Nel Belpaese, lo smartwatch più venduto di sempre costerà 50 euro in meno. A questo punto, però. è necessario porsi una domanda. Come mai Apple Watch costerà di meno? O meglio, come mai la società di Cupertino, da sempre restia a tagliare i prezzi, ha optato per questa mossa.

Apple Watch cinturini nuovi

Il cambio di prezzo non è ancora effettivo in Italia e, al momento, non è chiaro se mai lo sarà. Molto probabilmente, per aumentare la diffusione del suo indossabile, sperando che i consumatori, specie quelli più indecisi, lo acquistino.

Altri addetti ai lavori hanno un’idea diversa. Apple Watch è stata una mezza delusione. Il mercato, al momento, non sarebbe ancora maturo. Vero è che Apple avrebbe già l’indiscussa leadership del mercato degli indossabili (non è che ci volesse molto, a seguito dei flop della concorrenza), ma chi si aspettava numeri da capogiro, come per iPhone o per iPad al loro debutto, è rimasto molto deluso. Anche perché la multinazionale californiana potrebbe aver alzato troppo le aspettative. Fatto strano è che i risultati ufficiali delle vendite di Apple Watch non sono mai stati comunicati e che l’indossabile nei risultati fiscali è stato inserito all’interno della categoria “altri prodotti” che include anche iPod, Apple TV, Beats Electronics e gli accessori. L’unica cosa che si sa è che i preordini sono stati da record.

Resta da vedere se la seconda versione di Apple Watch sarà in grado di invertire questa tendenza. Tim Cook & Co. ci sperano.

Riguardo al nostro autore
reddark