Stai leggendo
Come proteggersi dalle truffe online: 5 consigli pratici

Come proteggersi dalle truffe online: 5 consigli pratici

di Vittorio Tiso17 febbraio 2016

Come proteggersi dalle truffe online? Come si può essere sicuri che un acquisto effettuato sul web non si riveli una fregatura? Come essere certi che nessuno acceda ai dati contenuti sul proprio pc? Ecco alcuni semplici ed utili consigli per incappare in spiacevoli inconvenienti.


5 utili consigli per evitare truffe online

Aggiornare l’antivirus ed il sistema operativo

Come proteggersi dalle truffe online 5 consigli pratici - antivirus

L’antivirus è la prima barriera contro qualunque tentativo di accesso ai dati contenuti in un pc. È quindi fondamentale possedere un buon antivirus costantemente aggiornato. Allo stesso modo è altrettanto importante aggiornare periodicamente il sistema operativo presente sul pc. Solitamente tali aggiornamenti sono scaricabili gratuitamente: si tratta di quelle che vengono chiamate “patch”, grazie alle quali ci si può difendere dalle vulnerabilità dei programmi che si interfacciano con il pc.

Vedi anche: classifica aggiornata dei migliori antivirus del 2016.

Attenzione alle password

Come proteggersi dalle truffe online 5 consigli pratici - password

È buona norma cambiare periodicamente le password di accesso e non salvarle in un documento all’interno del pc stesso. Come rendere una password sicura? Bisogna evitare di utilizzare date di nascita, nomi o informazioni facilmente ricavabili in rete sulla propria persona. Sì inoltre a parole non di senso compiuto: una soluzione può essere quella di inserire, all’interno delle parole, simboli e caratteri speciali come ad esempio numeri al posto delle lettere; è consigliabile inserire anche lettere maiuscole e minuscole. Evitare infine il comodo ma poco sicuro “salvataggio automatico” delle password su browser.

Per evitare di incappare in truffe online di qualunque tipo è necessario inoltre non inserire password, né tantomeno numero di carta di credito, su siti sconosciuti né comunicarle in risposta a qualsiasi e-mail: la richiesta di dati via posta elettronica è una delle truffe ormai più conosciute dalle quali si può ormai facilmente difendersi. Attenzione anche ad eventuali anomali nell’accesso all’Internet Banking che non può cambiare senza comunicazioni ufficiali da parte dell’istituto di credito.

Attendibilità dei siti

Come proteggersi dalle truffe online 5 consigli pratici - siti web attendibili

Chi acquista regolarmente online sa che, prima di procedere al pagamento, è necessario verificare l’attendibilità dei siti. Come? Per prima cosa è opportuno controllare i feedback dei precedenti acquirenti: le opinioni positive sono l’indicatore di serietà da parte dell’azienda. In secondo luogo è necessario considerare il prezzo dei beni in vendita: se, incrociando più informazioni da diversi siti e verificando anche nei classici negozi, i prezzi si rivelano troppo bassi allora è bene che scatti un campanello d’allarme. Potrebbe trattarsi di merce rubata o contraffatta. Un’ulteriore tutela a vantaggio dell’acquirente è la provenienza italiana del venditore: qualora si incappi in una truffa online la polizia postale può infatti intercettare più facilmente la frode (in caso di venditori stranieri le indagini internazionali possono non essere così facili e tempestive).

Vedi anche: segnalazione su commissariatodips.it.

Scegliere il metodo di pagamento

Come proteggersi dalle truffe online 5 consigli pratici - sistemi di pagamento

Qual è infine il metodo di pagamento più sicuro per acquisti online? Quello in contrassegno non mette al riparo da eventuali frodi perché il corriere non è tenuto alla verifica del contenuto del pacco. Anche il bonifico bancario non è così sicuro a meno che non si sia certi al 100% della persona verso la quale si sta effettuando tale operazione. Uno dei metodi più sicuri è Paypal che garantisce la tracciabilità dei pagamenti. Chi lo desidera può utilizzare anche la propria carta di credito se il proprio istituto bancario assicura protezioni da truffe online. Un metodo altrettanto sicuro è quello delle carte di credito ricaricabili: è possibile così caricare il denaro strettamente necessario per quell’acquisto senza avere il timore che il venditore possa “prelevare” somme eccedenti derubando i dati personali dell’acquirente. Prima di procedere ad un eventuale acquisto sul web è necessario inoltre controllare che nell’indirizzo sia presente il prefisso https:// ed il simbolo del “lucchetto chiuso” sulla barra del browser.

No alla divulgazione di informazioni

info

info

Un ultimo consiglio? Evitare di pubblicare troppe informazioni dettagliate e personali su qualunque social e in generale sul web così come è bene non entrare in contatto con persone totalmente sconosciute. Se infine è necessario gettare via dei documenti che contengono dati sensibili prima di farlo è bene distruggerli.

Riguardo al nostro autore
Vittorio Tiso
Il fondatore di OutOfBit. Perito informatico, Dottore in Economia e Commercio, lavoro nel settore finanziario presso una famosa multinazionale. Dedico il mio tempo libero a tecnologia e sport.