Stai leggendo
Bootloader bloccato da Xiaomi per alcuni dispositivi: ecco quali

Bootloader bloccato da Xiaomi per alcuni dispositivi: ecco quali

di Elisa Ceccarelli17 gennaio 2016

Sembra una scelta molto strana a livello di marketing, quella di Xiaomi che in passato aveva costruito il suo successo sul root e sulla completa disponibilità degli utenti del proprio terminale, ora invece sembra che abbia deciso di invertire decisamente la propria tendenza e la propria immagine, bloccando il bootloader di alcuni device. Andiamo insieme a scoprire quali sono i terminali che sono stati bloccati e quali sono le problematiche di questa scelta.

xiaomi


Xiaomi blocca il bootloader di alcuni device: ecco quali

Xiaomi aveva già annunciato a dicembre la sua decisione di procedere con il blocco del bootloader di alcuni dispositivi: di seguito la dichiarazione della corporation asiatica.

Hi MIUIers,
We’ve locked bootloader for Redmi Note 3 since its launching in order to protect user data safety. As we said before, we’ll be making the same change for other Mi devices gradually. Now, the list will include Mi 4c and Mi Note Pro also.

Ciao MIUIer,

Noi abbiamo bloccato il bootloader del Redmi Note 3 dal suo lancio per proteggere la sicurezza dei dati degli utenti. Come abbiamo detto in passato, faremo lo stesso cambiamento, in maniera graduale, per altri device Mi. Ora la lista includerà Mi 4x e Mi Note Pro.

La comunicazione di Xiaomi, pertanto, chiarisce quali sono i dispositivi “colpiti”:

  • Xiaomi Redmi Note 3;
  • Xiaomi Mi 4x;
  • Xiaomi Mi Note Pro.

In rete, comunque, in molti stanno lamentando che anche dispositivi diversi da quelli elencati hanno già subito il blocco del bootloader.

Blocco Xiaomi: cosa cambia?

La scelta di Xiaomi premiata in passato ora si sta ritorcendo contro l’azienda, che ha visto la sicurezza dei propri device minata in diverse occasioni, tanto di decidere di giungere ad un cambiamento drastico. In realtà, sono molti gli appassionati che hanno lavorato allo sblocco e dopo poche ore dall’annuncio era già presente in rete la guida per procedere manualmente allo sblocco. Una piccola grana in più per chi vuole avere pienamente il controlo del proprio telefono che però non comporta problemi di sorta.

Riguardo al nostro autore
Elisa Ceccarelli