Stai leggendo
Huawei entrerà presto nel mercato dei PC?

Huawei entrerà presto nel mercato dei PC?

di Elisa Ceccarelli17 gennaio 2016

Huawei, con i suoi 100 milioni di dispositivi venduti nel 2015, rappresenta una realtà florida nel mercato smartphone soprattutto in Cina dove è il primo produttore di smartphone. La corporation asiatica, però, non è affatto intenzionata a mollare il tiro sui suoi principali competitor anche in occidente, Samsung e Apple, ed è intenzionata a fare un ulteriore passo in avanti – sperando non si tratti di un passo falso. Dopo il salto scopriremo l’ultimo rumor interessante riguardo la corporation numero 1 in Cina.

Huawei P9


Huawei: nei prossimi mesi entrerà nel mercato PC?

Il risultato del 2015 in termini di vendite per Huawei è stato di quelli da incorniciare con 100 milioni di unità vendute, ma il risultato non appaga Huawei che vuole ampliare i propri orizzonti, almeno stando ai recenti rumor. Che Huawei da tempo avesse intenzione di lanciarsi nel mercato dei PC, non è di certo un segreto, ma ora si tratta di una possibilità veramente concreta di cui stanno parlando in queste ore le più eminenti testate cinesi.

Secondo alcuni, addirittura, la possibilità sarebbe talmente concreta, che Huawei potrebbe presentare il suo portatile addirittura nel corso del prossimo MCW 2016 che si svolgerà dal 22 al 25 febbraio prossimo a Barcellona e dove presenzieranno tutte le principali aziende produttrici di telefonia – e non solo – eccezion fatta per Apple.

La prima linea di personal computer che dovrebbe essere presentata dalla corporation cinese, dovrebbe essere il suo Matebook, un dispositivo che servirà anche a testare le effettive risposte degli utenti a un prodotto simile lanciato da Huawei. Secondo i rumor, si tratterebbe di un pc convertibile, settore su cui, almeno momentaneamente,  l’azienda dovrebbe concentrarsi, per poi puntare anche ad entrare nel mercato dei PC veri e propri: si tratta di un mercato ormai saturo dove è difficile entrare a far parte dell’elite, pertanto con una giusta celta commerciale, ai piani alti della corporation cinese vogliono testare le risposte finali, prima di svelare la sua ultima “tigre”.

Riguardo al nostro autore
Elisa Ceccarelli