Stai leggendo
Blackberry, in arrivo smartphone autodistruttivo?

Blackberry, in arrivo smartphone autodistruttivo?

di NicoPi22 dicembre 2014

In arrivo quella che sembra essere la soluzione definitiva al problema relativo allo smarrimento dei dati contenuti nei nostri dispositivi. Per evitare che terzi malintenzionati vi mettano mano, la soluzione più plausibile sembra quella di… Autodistruggere le informazioni.

blackberry

Blackberry e Boeing Black, accoppiata distruttiva

Gli attuali sistemi di recupero dati da smartphone e tablet smarriti sembrano non soddisfare Blackberry, che sarebbe intenzionata a creare un dispositivo pronto a far molto discutere per la sua innovatività: uno smartphone in grado di “autodistruggersi”. Lungi dall’immaginare scenari degni di film di spionaggio in cui il cellulare del protagonista è in grado di saltare in aria, quello che viene proposto invece da Blackberry è Boeing Black, un dispositivo realizzato in collaborazione con Boeing, in grado di fare tabula rasa tra i propri contenuti se manomesso. Un device simile è stato pensato innanzitutto per scopi di natura governativa, e per device Android in grado di sfruttare la piattaforma BES 12, in grado di comprendere l’Enterprise Mobility Management ed una serie di soluzioni piuttosto “serie” a livello business rispetto agli attuali device.

Boeing Black di Blackberry sarà dunque in grado di cifrare i propri dati, sfruttare più schede SIM e network, soprattutto reti wireless per comunicazioni ufficiali governative così come quelle civili. Non manca la possibilità di interfacciarsi con sensori biometrici e la tanto blasonata comunicazione satellitare, per ottenere copertura in ogni luogo e momento. La sicurezza sembrerebbe dunque garantita dalla capacità autodistruttiva del device, affiancata ad una piattaforma -per l’appunto l’Enterprise Mobility Management– in grado di sviluppare protocolli di sicurezza per dispositivi portatili sulle loro reti. Siamo quindi alle soglie di una nuova era per quanto riguarda le comunicazioni sicure? Di certo ce lo aspettiamo volentieri, ma si tratta di una domanda a cui il tempo potrà darci risposta certa.

Riguardo al nostro autore
NicoPi
Amministratore e co-fondatore del sito. Tecnico informatico presso una software house e studente di Ingegneria a Padova. Appassionato di grafica, fotografia, Photoshop, AfterEffect, ecc ecc