Stai leggendo
Microsoft blocca 10 milioni di mail spam al minuto

Microsoft blocca 10 milioni di mail spam al minuto

di Vittorio Tiso23 ottobre 2014

microsoft logo

Lo spam è un problema comune a tutti, è un po’ come l’influenza invernale spostata su Internet, e i dati rilasciati da Microsoft hanno dell’incredibile.

Microsoft blocca 10 milioni di mail spam al minuto

Microsoft ha dichiarato, tramite il blog ufficiale di Office, di bloccare più di 10 milioni di messaggi di spam ogni minuto ma la lotta con gli spammer non si ferma mai. Gli spammer sono perennemente alla ricerca di nuovi metodi per evadere i filtri anti spam in uscita ed in entrata creati dai maggiori clienti di posta elettronica e sembrano riuscire a trovare quotidianamente vie per aggirarli senza troppi problemi.

Le tecniche di spam cambiano molto spesso e Shobhit Sahay, membro dell’Office 365 Team, ha dichiarato:

“Lo spam che ricevete può sembrare sempre uguale, ma non lo è; quei messaggi sono poco (o molto) differenti l’uno dall’altro”

Le campagne di spam hanno una durata che può durare da pochi minuti ad alcune ore, la durata è basata sulle tempistiche di blocco da parte dei server. Microsoft traccia milioni di messaggi in ogni istante e blocca in media 10 milioni di messaggi, considerati spam, ad ogni minuto di scansione. L’invito di Sahay è quello di continuare a segnalare i messaggi indesiderati al momento della ricezione, questo, oltre a tenere pulite ed in ordine le nostre caselle email, aiuta tutti i fornitori dei servizi mail a migliorare la sicurezza e i filtri anti messaggi indesiderati. Il portavoce di Microsoft continua invitando le aziende e tutti gli utenti ad migliorare le proprie protezioni contro spam e URL maligni e di prestare attenzione quando si sottoscrivono newsletter su siti web poco, o per nulla, conosciuti. Ultimo avviso è quello di stare attenti nelle fasi di installazione dei software gratuiti che scarichiamo quotidianamente da internet e che tendono a chiedere la nostra mail o ad installare plugin o programmi secondari potenzialmente dannosi per i nostri computer.

spam

Riguardo al nostro autore
Vittorio Tiso
Il fondatore di OutOfBit. Perito informatico, Dottore in Economia e Commercio, lavoro nel settore finanziario presso una famosa multinazionale. Dedico il mio tempo libero a tecnologia e sport.