Stai leggendo
iPhone 6 vs iPhone 6 Plus: confronto e differenze

iPhone 6 vs iPhone 6 Plus: confronto e differenze

di Vittorio Tiso8 ottobre 2014

Il successo di iPhone 6 e di iPhone 6 Plus, i top di gamma che la Apple ha messo in commercio quest’anno, sono sotto gli occhi degli analisti che prevedono che entro la fine dell’anno verranno venduti 80 milioni di pezzi. Obiettivo di questo articolo è pertanto quello di presentarvi il confronto ed una rapida carrellata tutte le differenze tra iPhone 6 vs iPhone 6 Plus.

iPhone 6 vs iPhone 6 Plus


iPhone 6 vs iPhone 6 Plus: confronto e tutte le differenze al fine di scegliere il più adatto alle proprie esigenze

Dimensioni:

iPhone 6 Plus è più lungo, più largo, più spesso e più pesante di iPhone 6. I numeri parlano chiaro: 158,1 mm x 77,8 mm x 7,1 mm x 172 grammi vs 138,1 mm x 67 mm x 6,9 mm x 129 grammi. Come vedremo a breve, la differenza è tutta nello schermo.

Display:

iPhone 6 monta un display Retina HD a cristalli liquidi da 4,7 pollici con risoluzione da 1.334 x 750 pixel e densità da 326 ppi. Il display Retina HD di iPhone 6 Plus è sempre a cristalli liquidi, ma le dimensioni sono maggiorate: lo standard è infatti da 5,5 pollici, la risoluzione è da 1.920 x 1.080 pixel con densità da 401 ppi. In comune, i due smartphone della Apple presentano i pixel a doppio dominio che assicurano una riproduzione decisamente più fedele dei colori sullo schermo, un netto miglioramento nel contrasto e nella profondità dei neri ed, infine, il rivestimento oleorepellente che evita il fastidioso problema delle impronte.

iPhone 6 vs iPhone 6 Plus

Processore:

Entrambi i dispositivi montano l’Apple A8 con architettura a 64-bit. Prodotto da TSMC, questo chip all’avanguardia presenta due miliardi di transistor ed un processo produttivo a 20 nanometri, il cui scopo primario consiste nel diminuire il calore generato dal chip. I dati ufficiali riportati sul sito della Apple indicano che in entrambi i casi, la potenza è da 1,4 GHz. I test di benchmark dicono invece che la velocità di clock è superiore nel modello da 5,5 pollici (1,39 GHz) rispetto a quella della versione a 4,7 pollici (1,3 GHz). Tutto questo, come vedremo a breve, dipende dall’autonomia di batteria. Il co-processore di movimento è l’Apple M8 e il suo scopo, per entrambi i nuovi iPhone, consiste nell’ottimizzare i consumi. Si registra la presenza di due accelerometri: il primo a tre assi, Bosch BMA28, è quello più economico, quello che inficia di meno sui consumi energetici del dispositivo ed infine quello che viene adottato nei casi dove l’accuratezza non è un parametro fondamentale (modalità orizzontale). Il secondo, a sei assi, MPU-6700 di Invesense, è più accurato, più costoso e consuma più batteria. La RAM è in entrambi i casi la stessa: LPDDR3 da 1 GB. Idem per i tre tagli di storage interno (16 GB versione entry level, 64 GB versione intermedia e 128 GB versione più capiente) e per le tre colorazioni (grigio siderale, argento e oro).

Fotocamera:

iPhone 6 Plus ha qual cosina in più. Il merito è tutto dello stabilizzatore ottico d’immagine che con l’ausilio del processore, del co-processore di movimento e del giroscopio contribuisce a ridurre al minimo i tremolii del fotografo. Un ruolo cardine sotto questo aspetto lo gioca di sicuro la lente: grazie ai suoi movimenti, nei contesti dove c’è poca luce, le parti migliori della fotografie vengono fuse sia ad esposizione breve che ad esposizione lunga con un risultato finale davvero eccellente in termini di qualità. Lo stabilizzatore digitale di iPhone 6, invece, non fa altro che scattare in rapida successione 4 foto. Le parti migliori vengono fuse per ottenere una nuova immagine. La migliore!

In tutti e due i terminali, a Cupertino hanno continuato a puntare su una fotocamera da 8 megapixel, in grado di registrare video a 1080p Full HD a 30 o 60 FPS e video slow motion a 720 HD a 120 i 240 FPS, riproponendo sì il collaudato Flash True Tone, ma apportando miglioramenti al riconoscimento dei volti ed alla modalità panorama, oggi, in grado di assicurare foto panoramiche a 43 megapixel. In termini di framerate, invece, iPhone 6 la spunta sul modello sa 5,5 pollici. Nei testi di benchmark, iPhone 6 Plus assicura 19 frame al secondo, mentre i Phone 6 ben 26,6.

Connettività:

La velocità di connessione dei nuovi melafonini è ampiamente superiore rispetto alle precedenti versioni. Tutto merito è del supporto allo standard 802.11ac. iPhone 6 Plus è stato messo a confronto con iPhone 5S nei test di benchmark. Risultato? Tre volte più veloce: 278,5 Mbps a 101,1 Mbps.

Batteria:

Sia iPhone 6 che iPhone 6 Plus sono equipaggiati da una batteria agli ioni di litio, ma le durate differiscono. In termini di autonomia di conversazione, la batteria di iPhone 6 dura fino a 14 ore su 3G contro le 24 ore di iPhone 6 Plus. In caso di standby, iPhone 6 Plus ha una durata di 12 ore su 3G, 4G e wi-fi, mentre quella del terminale da 4,7 pollici si arresta alle 10 ore su 3G e su 4G e alle 11 ore su wi-fi. Per quanto riguarda la riproduzione audio, la sfida viene vinta da iPhone 6 Plus: fino a 80 ore vs fino a 50 ore. Idem per quella video: fino a 14 ore vs fino a 11 ore.

Prezzi:

Chiaramente iPhone 6 Plus costa di più. 839 , 949 € e 1.059 € vs 729 €, 839 € e 949 € di iPhone 6. La variante è nei tre tagli di memoria da 16 GB, 64 GB e 128 GB.

Si conclude qui il nostro confronto iPhone 6 vs iPhone 6 Plus, se siete interessati all’acquisto degli ultimi arrivati di casa Apple potete acquistarli direttamente online sull’Apple Store.

Informazioni su:
iPhone 6 vs iPhone 6 Plus: confronto e tutte le differenze al fine di scegliere il più adatto alle proprie esigenze
Titolo
iPhone 6 vs iPhone 6 Plus: confronto e tutte le differenze al fine di scegliere il più adatto alle proprie esigenze
Descrizione
Obiettivo di questo articolo è quello di porre a confronto e presentarvi tutte le differenze tra iPhone 6 vs iPhone 6 Plus. Quale iPhone 6 scegliere?

Riguardo al nostro autore
Vittorio Tiso
Il fondatore di OutOfBit. Perito informatico, Dottore in Economia e Commercio, lavoro nel settore finanziario presso una famosa multinazionale. Dedico il mio tempo libero a tecnologia e sport.