Stai leggendo
Come mettere HTC One M8 in modalità High Performance

Come mettere HTC One M8 in modalità High Performance

di NicoPi12 aprile 2014

È emerso che il nuovo HTC One M8 ha una modalità high performance (alte prestazioni) che si può attivare tramite un menù nascosto ai normali utenti, ma accessibili agli sviluppatori. In questa guida vi spiegheremo come attivare la modalità sviluppatore e come attivare la funzione high performance.

one


La modalità ad alte prestazioni, si trova nella sezione Opzioni Sviluppatore del menu Impostazioni, ma dovrete prima abilitare questa sezione. La modalità ad alte prestazioni ottimizza le prestazioni della CPU e, a sua volta, influenza la batteria, quindi bisogna utilizzarla solo quando è davvero necessario o se si vuole sperimentarlo. Un portavoce di HTC ha detto: 

Per coloro che hanno bisogno velocità, abbiamo fornito un modo semplice per scatenare questo potere con l’introduzione di una nuova modalità High Performance nelle impostazioni di sviluppo, che possono essere attivate e disattivate manualmente. HTC One (M8) è ottimizzato per fornire il miglior equilibrio tra prestazioni e durata della batteria, ma offriamo  la scelta al cliente, visto che ci possono essere momenti in cui il desiderio di prestazioni supera la necessità di prloungare la durata della batteria.

  1. Aprite il menù Impostazioni dell HTC One, (aprite il centro notifiche, e in basso toccate Altro).
  2. Dal menù Altro, andate poi su Informazioni sul Software.
  3. Scegliete adesso Altro, (dove dice Baseband, versione del Kernel…).
  4. Toccate su “Numero Build” per 6 volte di seguito, e dovrebbe apparire il messaggio “You are now a developer”.
  5. Tornate al menù Impostazioni, e sopra Altro dovreste vedere una nuova sezione chiamate Developer options (Opzioni sviluppatore).
  6. Dentro questa sezione potete trovare la voce High performance mode, toccatela per mettere la spunta.

HTC_One_M8

Questa funzione è stata tenuta attiva anche durante alcuni benchmark per ottenere dei risultati migliori:

I test di benchmark cercano di determinare il massimo delle prestazioni della CPU e GPU e, in maniera simile a quanto accade al motore in un’auto sportiva ad alte prestazioni, i nostri ingegneri introducono delle ottimizzazioni in determinati scenari per ottenere la migliore prestazione possibile. Se qualcuno volesse aggirare questa ottimizzazione per il benchmarking ci sono modi per farlo, ma crediamo che il più delle volte questo non avverrà.

fonte | TechAdvisor

Riguardo al nostro autore
NicoPi
Amministratore e co-fondatore del sito. Tecnico informatico presso una software house e studente di Ingegneria a Padova. Appassionato di grafica, fotografia, Photoshop, AfterEffect, ecc ecc