Stai leggendo
Root Galaxy Note 3 senza compromettere Knox | Guida

Root Galaxy Note 3 senza compromettere Knox | Guida

di Vittorio Tiso25 ottobre 2013

Root Galaxy Note 3: ecco una guida completa a come ottenere i permessi di root su Galaxy Note 3 senza andare a compromettere Knox e le relative funzioni.

Root Galaxy Note 3

Il root Galaxy Note 3 rischia di compromettere la sicurezza offerta dalla suite KNOX ed una volta che KNOX scatta la garanzia di Note 3 viene annullata senza la possibilità di andare a ripristinare KNOX e quindi addio definitivo alla garanzia.

Per fortuna per eseguire il root sono venuti in soccorso Chainfire e Designgears grazie ad un kit che ci permetterà di eseguire tali operazioni senza andare a compromettere KNOX. Al momento tale metodo è disponibile sono per la versione con CPU Snapdragon S800.

Vi avvertiamo fin da ora che seguendo tale procedura perderete ogni dato presente sul vostro phablet, quindi prima di procedere assicuratevi di creare una copia di backup di tutti i dati che vi potrebbero servire in futuro.

Guida root Note 3:

Fase 1:

Primo passo è quello di assicurarsi se l’opzione “Blocco riattivazione” sia disattivata fra le Impostazioni di protezione del device. Inoltre rimuovete la scheda microSD.

Fase 2:

Assicuriamoci di aver installato tutti i driver necessari per collegare il note 3 al pc. Se non sapete di quali driver parliamo installate Kies e collegate il Note al pc e successivamente tutto filerà liscio. Scaricate il pacchetto ODIN.

Fase 3:

Dando un occhio a questo thread di XDA andate a scoprire quale sia la vostra versione dell’AP e CSC del Note 3. Una volta scoperta scaricare sempre da quel thread i file CSC e AP corretti.

Fase 4:

Riavviate in download mode, seguite la procedura riavvio, rimozione della batteria, reinserimento, e pressione contemporanea di Power + Home + Volume Giù. Saltate l’avviso premendo Volume Su.

Fase 5:

It’s ODIN time! Aprite ODIN. Una volta messo il Note 3 in recovery procedete a collegarlo al PC. ODIN rivelerà ora il dispositivo, in caso questo non succedesse ripetete la fase 4 e 5.

Root Galaxy Note 3

Fase 6:

Cliccate sui pulsanti CSC e AP e selezionate i file che avete appena finito di scaricare durante la fase 3. Controllate per sicurezza di aver caricato i file corretti. Cliccate su Start e attendete che il programma finisca le operazioni.

Fase 7:

Lasciate che il Note 3 si riavvii collegato al PC. Trasferite il contenuto del file zip “root_de_la_Vaga” (scaricato nella fase 2) nella memoria interna. Sarà sufficiente fare un copia e incolla del file nella root/radice della memoria interna.

Fase 8: 

Riavviate il phablet, una volta ripartito eliminate il file copiato al punto 7. Riavviate di nuovo.

Complimenti:

Root Galaxy Note 3 completato! Potete ora usare il phablet di casa Samsung con i permessi di root e con KNOX funzionante.

Se necessitate di assistenza trovate il thread relativo a questa guida sul nostro forum: Android Globe Forum

Riguardo al nostro autore
Vittorio Tiso
Il fondatore di OutOfBit. Perito informatico, Dottore in Economia e Commercio, lavoro nel settore finanziario presso una famosa multinazionale. Dedico il mio tempo libero a tecnologia e sport.
  • Ale

    è sicuro che non si perda la garanzia?ovviamente dopo averlo ripristinato?

    • Ale

      A ed é uno Snapdragon 800 non Snapdragon S800, è la stessa cosa?

      • nessun problema per il processore è la stessa versione
        per quanti riguarda la garanzia se ripristini il tutto correttamente non avrai nessun problema 😉 vai tranquillo