Stai leggendo
Android Stock cos’è? Cosa si intende con questa definizione?

Android Stock cos’è? Cosa si intende con questa definizione?

di Vittorio Tiso30 giugno 2013

Android stock: Il mondo è invaso da Android con tutti i suoi dispositivi ma sicuramente molti utenti si chiederanno cosa sia Android Stock?

 

Android Stock

 


Android Stock questo sconosciuto.

Nexus e i device Google Play Edition offrono un’esperienza Android Stock, ma cosa si intende con questa definizione?

Col termine “Android Stock”, introdotto con i primi device Google, si intende l’originale versione “di fabbrica” del sistema operativo realizzata da Google.

Questo concetto va però precisato partendo dal definire cosa sia Android.

Per la maggior parte di noi, Android è il sistema operativo di smartphone e tablet, ed anche di tv, console e di qualche fotocamera. Ma più precisamente Android è un kernel basato su Linux, con librerie e API scritte in linguaggio C a cui si aggiunge un framework applicativo comprendente anche librerie compatibili col linguaggio Java. Queste librerie sono basate su Apache Harmony, e permettono il funzionamento del software sulla macchina virtuale Dalvik, utilizzando il codice Dalvik dex tradotto dal bytecode Java. Tecnicamente , Android non è una distribuzione Linux, perché non supporta nativamente il set completo di strumenti e librerie GNU, anche se molte persone, in errore, sostengono che Android sia effettivamente una distribuzione di Linux.

Per il mondo però Android è un sistema operativo open-source progettato per essere estensibile a più tipologie di device e che permette un semplice sviluppo di applicazioni.

Vediamo ora cos’è Android Stock e qual è la sua storia.

Android è nato originariamente come software e interfaccia per macchine fotografiche digitali, per divenire successivamente una suite di software che abbraccia tutti i prodotti e i produttori tecnologici più famosi: Google, Samsung, LG, HTC, Sony e tutti gli altri.

A tutti almeno una volta, anche ai più accaniti utenti Apple, è capitato per le mani uno smartphone o un tablet che montassero il sistema operativo Android.

Se, invece, siete utenti Android ed appassionati di informatica avrete scavato sicuramente nel mondo del modding e conoscerete sicuramente le rom, i kernel e avrete confidenza con flash e wipe.

Android Stock

Il sistema è nato con una versione immatura,  piena di bug e di problemi, un s.o. che si è evoluto fino alla recente versione di Jelly Bean, con cui Google ha creato un sistema davvero stabile e performante.

Android Stock di fatto è la versione Android che troviamo su tutti i dispositivi Nexus, e da pochi giorni anche sui device Google Play Edition, fornita direttamente da Google e priva di ogni personalizzazione, una versione base, senza troppi fronzoli e con preinstallate solamente le applicazioni essenziali al corretto funzionamento del device, su cui tutti i produttori possono apportare le proprie modifiche liberamente, potendo spaziare a customizzazioni dell’interfaccia alle suite di applicazioni.

Dopo alcuni anni nel mondo Android, ritengo personalmente, le versioni Android Stock semplicemente le migliori, non tanto perchè realizzate solamente da Google, ma perché prive di fronzoli estetici e di applicazioni inutili, che ci permettono di goderci appieno il nostro smartphone o tablet con un’esperienza minimal davvero gratificante.

Via

Riguardo al nostro autore
Vittorio Tiso
Il fondatore di OutOfBit. Perito informatico, Dottore in Economia e Commercio, lavoro nel settore finanziario presso una famosa multinazionale. Dedico il mio tempo libero a tecnologia e sport.