Stai leggendo
Scegliere l’ebook reader | Guida

Scegliere l’ebook reader | Guida

di Vittorio Tiso25 giugno 2013

Scegliere l’ebook reader da acquistare diventa ogni giorno più problematico, per questi vi proponiamo la nostra Guida.

scegliere l'ebook reader

 

Gli ebook reader stanno prendendo piede sempre più rapidamente e con lo sviluppo del mercato nascono i primi problemi nello scegliere l’ebook reader più adatto alle nostre esigenze. Nessun problema vi aiutiamo noi con la nostra Guida: come scegliere l’ebook reader

Una premesse tecnologica: gli ebook reader hanno degli schermi e-Ink (non retroilluminati), una particolare tipologia di display che va a simulare la vista di un libro cartaceo con tutte le seguenti caratteristiche di facilità di lettura.

Guida: come scegliere l’ebook reader

Schermo

Veniamo subito al dunque in questa categoria, la tecnologia più diffusa è la Pearl, essa offre una buona definizioni nonostante la pagina tenda ad assumere uno sfondo grigiastro. I modelli più costosi ed avanzati offrono una Pearl potenziata che offre bianchi più bianchi e neri meno grigi (scusate il gioco di parole). Se non optate per modelli più avanzati assicuratevi che il vostro ebook reader disponga dell’opzione per regolare il contrasto dello schermo, questo potrebbe davvero facilitare la vostra lettura. Da scartare preventivamente schermi basati sulla vecchia tecnologia Vizplex che nel 2013 risulta obsoleta.

Per gli schermi possiamo trovarne con 8 e 16 tonalità di grigio, ovviamente sono da preferire i modelli con un maggior numero di tonalità disponibili.

Dimensioni

La dimensione media dello schermo di un ebook reader si aggira attorno ai 6 – 8 pollici. Le misure in commercio sono molte ma queste ci sembrano il compromesso migliore per facilità di lettura e portabilità del device.

Ovviamente maggiore sarà la dimensione dello schermo maggiore sarà la dimensione dei caratteri, ma non temete con display dai 6″ in su non avrete nessun problema.

Illuminazione e retroilluminazione

I modelli più recenti di ebook, ad esempio il Kindle Paperwhite, hanno a disposizione una sorta di illuminazione del display, che però non è la retroilluminazione. La tecnologia per illuminare gli schermi e-Ink è recente e presenta a volte qualche problema tecnico, altro “difetto” è il costo decisamente superiore, ma varrà sicuramente la pena di spendere qualche euro in più per garantirsi una migliore lettura in condizioni di luce non ottimali.

Tasti fisici e touchscreen

In questo caso la scelta è davvero soggettiva e anche dipendente dal vostro budget.

Con i tasti fisici la navigazione avviene in maniera classica tramite freccette e tasti, mentre con il touchscreen la gestione è più naturale grazie ai movimenti che siamo abituati a compiere su smartphone e tablet, rallenati però dalla bassa frequenza di refresh degli schermi e-Ink.

Dovete essere voi quindi a valutare se un pinch to zoom vi sembra essenziale su un ebook reader o se vi basterà usare un tasto per fare tutto quello che vi serve.

Memoria

Fortunatamente gli ebook occupano davvero poco spazio in fatto di memoria, ed un reader con 1 gb di memoria ci permetterà di portarci sempre dietro circa 2500 libri in formato digitale. Esistono versioni con tagli di memoria superiori ma visto la ridotta dimensione dei file in questione una scelta mirata attorno ai 2gb dovrebbe consentire di portare con voi tutti i file, anche i più pesanti come i pdf, senza aver mai problemi di spazio. Da non sottovalutare la possibilità di salvare i dati nel cloud, opzione offerta da molti produttori.

File e formati

Molti eBook reader leggono molti tipi di formati, fra cui i più famosi sono per i libri: EPUB, PDF e MOBI;, per i documenti: PDF , per le immagini: JPEG, GIF, PNG, BMP e TIFF, per i semplici testi: TXT, HTML e RTF e per i fumetti: CBZ e CBR) e quindi non avrete nessun problema di compatibilità qualsiasi file scegliate di aprire, mentre altri usano formati proprietari della casa produttrice, fra questi troviamo l’Amazon Kindle che legge il formato AZW di Amazon e non riconosce il formato .epub nonostante esso sia davvero molto diffuso.

Se il vostro ebook non è protetto tramite DRM o watermarking la conversione del tipo di file sarà semplice e non vi darà problemi, mentre in caso di protezione andremo incontro a non pochi problemi per trasformare il formato del nostro ebook, e dovremmo ricorrere a tecniche di sblocco del DRM illegali.

scegliere l'ebook reader

Batteria

Dimenticate i problemi delle batterie di smartphone e tablet, le batterie di un ebook possono durare anche più di un mese se leggete circa un’ora ogni giorno. Durata ottima ottenuta grazie al basso consumo dello schermo che consuma energia solo quando andiamo a cambiare pagina da visualizzare.

Ovviamente maggiore sarà lo schermo maggiori risulteranno i consumi, questi ultimi sono inoltre legati alla tecnologia touchscreen che può diminuire la durata totale della carica di un 30-40% rispetto ad un modello basato sui tasti fisici.

Connessione

Quasi tutti i modelli sono dotati della classica connettività via cavo e Wifi, alcuni offrono anche la possibilità di effettuare connessioni 3g in maniera gratuita (sponsorizzata dal produttore) ma limitata ai siti autorizzati, quali AMazon o IBS. Il modulo 3g influisce però sul prezzo, si dovranno aggiungere infatti dai 30 ai 60 euro. Nello scegliere l’ebook reader, il nostro consiglio è quello di accontentarsi della connessione wifi senza spendere parecchi euro per una 3g castrata.

Prezzo

Salvo che non stiate cercando degli ebook con specifiche avanzati quali la retroilluminazione, dimensioni molto grandi o connessioni 3g, la spesa media si aggira in un grande che va dagli 80 ai 100 euro, o a prezzi inferiori nel caso di buone offerte.

 

La nostra guida su come scegliere l’ebook reader termina qui, se avete domande o dubbi non esitate a commentare qui sotto, saremo felici di aiutarvi.

 

Seguiteci anche sulla nostra pagina Facebook:

facebook_logo

 

Riguardo al nostro autore
Vittorio Tiso
Il fondatore di OutOfBit. Perito informatico, Dottore in Economia e Commercio, lavoro nel settore finanziario presso una famosa multinazionale. Dedico il mio tempo libero a tecnologia e sport.